Blog

E’ un lunedì

Lunedì,un normale lunedì di lavoro, questo sembrava, in programma foto di un premio al miglior allenatore italiano e poi finito, preso dal lavoro da fare mi stavo dimenticando del mio appuntamento con uno spettacolo, uno spettacolo vero di quelli che ti fanno rimanere a bocca aperta.

Arrivo alla galleria degli Uffizi e lui è li, coperta da un telo bianco pronta per essere mostrato dopo il restauro.

Così coperto sembra quasi un normale quadro ed io penso alla luce, a come settare la macchina etcc…..

Piano piano il velo inizia a calare ed appare una meraviglia, una meraviglia alla quale ho l’onore di assistere in anteprima e per un minuto rimango senza fiato davanti a tanta bellezza, perfezione,storia,arte e l’occhio esce dal mirino per ammirare in pieno quello che ho davanti.

E’ un lunedì di bellezza rara…

8 Marzo

Un tripudio di mimose oggi, si festeggia la donna,LEI il centro della vita di tutti noi ometti.

Purtroppo però LORO sono sempre al centro di fatti che non hanno niente a che fare con la realtà umana.

Bistrattate,violentate,sfregiate nel corpo e soprattutto nell’anima, uccise da sedicenti uomini che di uomo non hanno nulla, costrette in silenzio a subire ogni tipo di angheria in nome di non so cosa.

E a loro che va il mio pensiero oggi, a loro va il mio sostegno morale.

BUONA FESTA DELLA DONNA a tutte ma soprattutto alle ULTIME…….

Matteo non conta più nulla…..

Guardo i tg e ascolto i dibattiti politici mi piace anche se sono ridicoli e non dicono mai nulla di positivo ma si combattono a vicenda esercitando lo sport del”TI PARLO SOPRA”

Ultimamente si fa un gran parlare dell ex premier ed ex segretario pd,è finito, non conta più nulla, è bruciato si  è autorottamato,ci sono i candidati che lo sfideranno alle primarie che non perdono occasione per sparare contro i suoi metodi di condurre la politica.

Questo vedo da utente e fruitore di informazione.

Faccio però il fotoreporter e seguo la politica nazionale, mi capita di seguire tutti i personaggi della scena italiana,questo è quello che succede quando si muove “I RENZI” e allora mi chiedo:

Quanto conta Matteo?

 

15 Minuti

15 minuti si, questo è il tempo concesso ai media per i raduni della nazionale.

Arrivi lì al campo e ti mettono nel solito recinto dove i  giocatori se ne stanno nascosti di fronte agli spogliatoi, nemmeno fossero ricercati che hanno paura di farsi riprendere e poi quando il mister fa il cenno se ne vanno a riscaldarsi in angoletti lontanissimi e nascosti dai cartelloni pubblicitari dove cameraman e fotografi sono costretti a riprendere e fotografare testine che spuntano e nulla più.

Allora proviamo a scaldarci con l’ufficio stampa che ci concede la grazia di 5 minuti in mezzo al campo della squadra e ci guarda come se ci avesse concesso chissà cosa.

Questo è il motivo che mi porta a fare pochissimo calcio, è un mondo a parte, fuori da tutte le logiche di vita normale e soprattutto da quelle di chi fa informazione.

Ovviamente non è tutta colpa loro, i media non si ribellano mai in nome di una ripresa, una foto, un sussurro che se lo hanno gli altri e non tu vieni cazziato di brutto.

Abbandonare in massa ogni tanto ed alzare la voce davvero forse non risolverebbe ma almeno un campanello a chi gestisce queste cose lo farebbe suonare.

Buono stage a tutti e SVEGLIA colleghi……

Il ministro sta arrivando.

Si questo è il must mentre sono a fare anticamera in attesa del ministro di turno.

Ogni volta che un politico(soprattutto) un attore, un cantante, insomma un cosiddetto VIP fissa un appuntamento è costume arrivare con almeno un ora di ritardo, oggi è toccato al ministro, ora fissata le 14.00 arrivo alle ore 15.00.

Mentre ero in attesa mi son posto la domanda:

Se sommassi tutto il tempo che ho fatto anticamera attendendo di fare il mio lavoro a che quota arriverei?

Arriverei almeno al triplo del tempo usato per lavorare, lo spreco è immenso ma il cattivo costume di chi dovrebbe rispettare chi lavora non tiene conto di niente.

Mi dico sempre di rispettare le regole, prima di tutte non arrivare in ritardo, lo ritengo mancanza di considerazione verso la persona in attesa e dimostrazione di scarso interesse sempre verso chi mi sta davanti.

Cari Politici non vi arrabbiate se i cittadini non rispettano le regole, imitano solo gli esempi che hanno……

 

E’ possibile sopravvivere?

Oggi sembrava una giornata normale ad un pitti normale a fotografare i soliti personaggi normali.

Leggo il programma e vedo che alle 13,00 ci sarà Paolo Simoncelli,incosciamente segno con la penna l’appuntamento per ricordarmi di andare a fotografare il personaggio di turno.

Appena arrivo però mi trovo subito davanti la moto numero 58 ed inizio a pensare che forse non sto andando dal SOLITO personaggio del pitti.

Inizio ad entrare e a farmi posto tra la gente e noto subito che l’atmosfera non è la stessa caotica atmosfera degli altri stand, tutto è molto soft, tranquillo anche gioioso a tratti.

Arrivo di fronte a questo uomo che nel frattempo appena si accorge mi porge subito la mano per salutarmi, chiedo se posso fare delle foto lui mi fa cenno di attendere, indicando un amico giornalista che iniziava un intervista.

Ecco tocca a me, dove ci mettiamo? Prendo questa tuta col 58 va bene?

Inizio a scattare e poco dopo ci trasferiamo accanto alla moto, lui quasi timoroso ma orgoglioso mi chiede:

Posso fare la foto con questa t-shirt’ sai è quella che amo di più,c’è tutto il mondo di marco stampato su, questa maglia lo racconta.

Realizzo che sono davanti ad un uomo che ha perso un figlio troppo presto, nessun padre dovrebbe assistere alla morte di un figlio, non è nella natura delle cose.

Domani il mio marco ha 30 anni mi dice, la sua faccia allora si contrae ed il sorriso rimane ma è meno incisivo, mi guarda fisso e mi chiede se ho figli,DUE gli rispondo e lui si illumina di nuovo, che bello mi dice chissà quanto ti fanno incazzare.

Una stretta di mano vigorosa chiude questa parentesi che se ti capita ti cambia la giornata e allora mi chiedo:

Si può sopravvivere alla morte di un figlio?

Buon compleanno per domani SIC,oggi il tuo babbo mi ha insegnato che si può provarci a sopravvivere.

 

 

Vietato emozionarsi…..

E’ davvero vietato emozionarsi se ti trovi per lavoro davanti a persone che fino a ieri sono state nel tuo immaginario?Non devi farlo, devi pensare al lavoro, al committente che ti ha ingaggiato per farlo al meglio e che se lo aspetta, devi catturare il momento giusto, stai li con il tuo obbiettivo puntato in attesa di un movimento, uno sguardo ma intanto nella mente riaffiorano le serate davanti al video a gioire delle giocate di questo extraterrestre, il Pibe de Oro è soprannominato, lui al pallone gli da del TU come si dice in gergo calcistico.

Mentre sei li in attesa anziché continuare a pensare alle magie che faceva, inizi a pensare a come hai impostato la reflex,avro’ messo i settaggi giusti?Avro fatto bene il bilanciamento del bianco?E l’esposizione?Maremma Se perdo questo scatto non me lo perdono.

Poi lo sguardo suo ed i mio si incrociano, mi guarda come a dirmi:Realx ecco la tua foto, il pibe si sofferma dritto nel mio obbiettivo ed io scatto ed allora posso ricominciare a pensare a quella splendida azione che parte dalla sua area e va ad insaccare nella porta avversaria percorrendo tutto il campo e lasciando gli avversari fermi ad ammirare la classe in persona che gli passava davanti.

Bye Bye Diego sappi che mi ha emozionato incontrarti anche se non lo ho fatto vedere.

The end.

L’edizione 91 volge al termine,pittimmagineuomo cosa è stato?

Stessi risvoltini,stesse caviglie nude a -5 gradi, stessi calzini a vista, stessi posti dove incontrare gli stessi ospiti, stessi fotografi che si fotografano a vicenda per esaltare i propri look alla porta di ingresso.

Insomma tutto ma dico tutto uguale, cambia la stagione ma il format degli atteggiamenti di chi frequenta la kermesse è noiosamente lo stesso.

Questa edizione gli ospiti importanti sono arrivati dal mondo del calcio con delirio dei fans per due numeri dieci.

E allora voglio chiudere con un omaggio ad una di noi, la ragazza che consegna le buste allo stand che per un minuto è stata modella.

Ci vediamo alla edizione 92.

Pitti 91

pld_3335Eccola la nuova edizione di Pitti,come sempre l’apertura spetta al party di Luisaviaroma,tutti attendono le sorprese, chi ci sarà?

Stavolta però la sorpresa o forse la conferma è venuta dal patron di Luisa,Andrea Panconesi,genio incontrastato che si è presentato così sul red carpet.

Sarà la solita edizione piena di eccessi come solo pitti sa fare?

Le risposte verranno dalla settimana…..

Buon Pitti a tutti…..

Feste bye bye

La befana si è portata via come da prassi tutte le feste, queste del 2016 son state festività diverse, difficili,strane,un sacco di cose sono accadute, cose che mi hanno fatto riflettere sulle persone.

Quando ti trovi a dover valutare chi ti gravita attorno in un momento non positivo, tutto viene a galla,la gente inconsciamente si mostra senza volerlo per quello che è, non lo fanno apposta ma la loro natura diventa incontrollabile e pur non volendo agiscono e si scoprono.

Le feste, tutti sono preoccupati a farti vedere che son amici, che ti stimano, che ti rispettano salvo poi dietro mostrare l’esatto contrario.

Parte un 2017 che secondo me riserverà sorprese e allora lo cavalcherò in attesa delle prossime feste.

Bye Bye Feste…